Mezzo secolo d'arte del legno

Il mobilificio Artigiani di Moena festeggia il traguardo

(Quotidiano Trentino 1 novembre 2006)
Mezzo secolo d'arte del legno
Il mobilificio Artigiani di Moena festeggia il traguardo

MOENA. Moena ha festeggiato il mezzo secolo di vita del mobilificio Artigiani associati, un evento importante per la vita economica e sociale del paese. Risale appunto al 1956 i1 primo nucleo dl operai, una ventina in tutto, che dopo la messa in liquidazione della mobilificio Chieregato e Grion diedero vita a una nuova azienda. Una brutta congiuntura per le maestranze che improvvisamente si erano trovate senza lavoro. Con molta determinazione una manciata di dipendenti si riunì in cooperativa su forte sollecitazione di Antonio Dezulian, ex amministratore dell'azienda fallita. Tutti insieme cercarono di fare tesoro degli errori del passato e attinsero alla lunga esperienza professionale maturata nel tempo. Sull'area localizzata a ridosso dell'ingresso sud del paese acquistarono un terreno su cui realizzarono un primo laboratorio. Non fu un passo facile perché ogni socio versò, con non pochi sacrifici, 500 mila lire (equivalente a 4 mila euro attuali). La sfida ebbe successo. Una linea dl produzione più moderna, studio di interni per alberghi, bar e case private, lanciarono l'azienda che sfruttò l'apporto positivo del turismo che in quegli anni cominciava la sua curva ascendente. Oggi l'azienda conta quattordici stipendiati (dieci soci e quattro dipendenti) e opera in capannoni ampi dedicati in parte a una importante esposizione dl cinquecento metri quadri. Elabora mobili di propria progettazione ed esecuzione ma utilizza anche prodotti di serie. L'attuale presidente della cooperativa è Giulio Felicetti. L'evento è stato celebrato in maniera molto sobria come è costume dl questi lavoratori che hanno ben conosciuto le difficoltà.

G. B.